La casa

 … è la casa colonica toscana, senz’altro la più bella abitazione mai concepita dall’uomo. Sorge dal magico incontro tra gli elementi costitutivi di questa regione : la pietra, la terra, il legno e le figure archetipiche della geometria che questa terra organizzano in forme bellissime.

È la mirabile testimonianza di una grande civiltà scomparsa, ma anche forma evocatrice di altre possibili felicità ……

Tratto da DELLE CASE DE’ CONTADINI – di Ferdinando Morozzi , nobile colligiano socio ordinario dell’I.eR. Accademia dei Georgofili

È una casa colonica del ‘700 i cui lavori di ristrutturazione sono finiti nel 2012. La casa è stata ristrutturataa filologicamente recuperando i  particolari architettonici originali, riutilizzando in maniera creativa i materiali delle demolizioni e impiegando prodotti di bioedilizia e di filiera locale. Tracce degli elementi tipici rurali si ritrovano nella loggia di ingresso , nel forno e  nella mangiatoia. La casa si trova al centro del podere su un poggio che si affaccia sul Valdarno Superiore davanti ai boschi di Vallombrosa e Pratomagno.

Dall’antica colonica sono stati ricavati 4 appartamenti ciascuno con ingresso indipendente, zona cottura e connessione internet. Gli appartamenti al piano terreno hanno anche una zona cottura esterna. La casa ha arredi della cultura materiale della civiltà contadina. I mobili sono quelli di  famiglia e quelli trovati nei mercati  e dai rigattieri di zona .

Pitture a calce e colori naturali connotano le pareti: lo zoccolo,  scuro, sottolinea il perimetro della stanza, semplice, evoca gli interni rustici di un tempo.

Il cotto dei lastricati della casa è fatto a mano nella fornace Baglioni di Laterina, poco lontano da Incisa Valdarno e impregnato in tre mani con cere e olii vegetali.

Gli acquai delle cucine, sono marmi recuperati dalle segherie Apuane.